Informativa:

F.I.V.L. Federazione Italiana Volontari della Libertà (Ente Morale D.P.R. 16-04-1948 n. 430) usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla nostra privacy policy alla voce cookies.

F.I.V.L. - Sezione Albissole
Albisola Superiore. Il generale degli alpini Bellacicco in visita a Ellera.
25 agosto 2014

Albissola Superiore. L’assessore alla Cultura del Comune di Albisola Superiore, prof.ssa Giovanna Rolandi, ha ricevuto il generale di Divisione degli alpini Marcello Bellacicco nella frazione di Ellera. Era presente una delegazione della FIVL (Federazione Italiana Volontari della Libertà), con il presidente delle Albissole Antonio Rossello e la delegata alla Cultura Mina Bencardino (foto). Con l’originale iniziativa, l’Amministrazione comunale ha espresso vicinanza e solidarietà nei confronti delle Forze Armate e, in particolare, di coloro che operano lontano dall’Italia, in tanti contesti di crisi. Ulteriormente, è stata riaffermata l’ammirazione nutrita dalla Comunità locale per il Corpo degli Alpini, il quale, sia in pace che in guerra, ha sempre servito la Patria con assoluta fedeltà.

Il Generale Marcello Bellacicco, nato a Savona nel 1959, si è distinto per il suo impegno nelle missioni di pace dell’Esercito Italiano, non ultima quella che lo ha visto al comando di un contingente multinazionale in Afghanistan, in particolare a Herat e a Kabul. Tra i vari incarichi ricoperti nel corso della sua brillante carriera militare, gli ultimi sono stati quello di comandante della Brigata Julia e, attualmente, quello di vice comandante del’ARRC, Allied Rapid Reaction Corps (Corpi Alleati di Reazione Rapida) della NATO, di stanza a Gloucester (GB).

L’assessore Rolandi ha inoltre condotto il generale Bellacicco in visita alle vie del paese, dove sono installati i pannelli ceramici della “Galleria all’aperto della ceramica d’arte”. Si tratta di un suggestivo percorso artistico tra le case del “borgo dipinto”, le cui opere, realizzate da maestri di grande fama, sono state, a più riprese nell’ambito del Festival della Maiolica, generosamente messe a disposizione dal decano dei ceramisti Giovanni Poggi, coadiuvato da alcuni familiari e amici, con la collaborazione dell’assessorato alla Cultura di Albisola Superiore, del Comitato Ellerese e del Comitato Valle del Sansobbia-Ellera-Albisola Superiore, e dell’Associazione Arte Doc. (C.S.)