Informativa:

F.I.V.L. Federazione Italiana Volontari della Libertà (Ente Morale D.P.R. 16-04-1948 n. 430) usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla nostra privacy policy alla voce cookies.

F.I.V.L. - Sezione Albissole
Tributo d’arte a Bubbio e alla FIVL dal pittore Beppe Ricci

Il 17 settembre, la giornata commemorativa dell’Eccidio di Cefalonia è stata impegnativa per il sindaco di Bubbio, Stefano Reggio, e per la presidente della FIVL, Elisa Gallo, firmatari dell'invito.

In mattinata, la fatica degli organizzatori dell'evento, e dei tanti volontari resisi disponibili per la sua riuscita, è stata gratificata da un gesto pubblico compiuto da Beppe Ricci. L'artista, ex Sindaco di Orsara Bormida, aderente alla FIVL, ha impreziosito la cerimonia con un fuori programma, facendo omaggio di due acquerelli a Reggio e alla Gallo. La Federazione Italiana Volontari della Libertà, grazie soprattutto all'opera della Gallo e dei suoi validi collaboratori, da anni mantiene viva la fiamma dell'ideale di libertà nel comprensorio.

Un’azione intensa, sostenuta fattivamente dall'Amministrazione, manifestatasi con mostre, eventi, iniziative di ogni genere, che valorizza il patrimonio morale dei valori propugnati nella lotta di Liberazione e contrasta la tendenza a un'omologazione del pensiero, condizioni necessarie per il superamento, da parte del popolo italiano e dell'Europa tutta, della pericolosa fase recessiva attuale, non solo economica ma soprattutto etica e culturale. In questo senso ha ricevuto sinceri plausi l'atto compiuto, con generosità ed estrema onestà intellettuale, da Beppe Ricci.

Una figura di spicco sul territorio. In campo artistico e culturale è diventato un elemento essenziale e insostituibile; la bontà delle sue iniziative e lo stile non monotono, mai condizionato dai preconcetti, con cui le attua gli hanno assicurato un lusinghiero successo di stima. Ne consegue che da molti è reputato un originale, ma le maggioranze, è noto, peccano spesso di superficialità.

Nel pomeriggio, presso l'Oratorio ex Battuti, il giornalista Giorgio Siri ha presentato la mostra del maestro Collini, aperta e visitabile sino al 18 ottobre. L’occasione, considerati ospiti - quali il Gen. Div. Marcello Bellacicco, vicecomandante delle truppe alpine; il dott. Nino Boeti, vice presidente del Consiglio Regionale; Paolo Collini, insigne pittore; il veterano pluridecorato Luigi Viglione - di assoluto rilievo nei rispettivi campi, è stata il clou di una rassegna multiculturale, "Dal Mare alle Langhe fino al Monferrato", in futuro da ripetere e allargare a centri viciniori. Ad esempio Monastero Bormida, dove, correlata alla kermesse della FIVL, nelle sale del Castello in serata è iniziata, nel quadro di “Langa Astigiana Art for wine&food Festival”, l’esposizione di Roberto Giannotti, "ceramiche - design - vignette per il territorio", patrocinata da Comune, Fondazione CRT, Associazione Museo del Monastero e Azienda Vitivinicola Sessanea. Ha suggellato l'unione di intenti raggiunta lo scambio reciproche di visite, in occasione delle varie fasi, da parte dei due sindaci, Reggio per Bubbio, e, Ambrogio Spiota di Monastero Bormida, alla presenza del Presidente zonale della FIVL, ing. Antonio Rossello, con notevoli adesioni: tre generali, a riposo, Giambattista Giacchero e Paolo Rizzolio, carabinieri, e Luigi Ghezzi, artiglieria; il Capitano Lorenzo Repetto, comandante della Compagnia CC di Canelli; delegazioni, provenienti da diverse parti del Piemonte, di vari sodalizi: Alpini, Artiglieri, Carabinieri, Combattenti e Reduci, Marinai e Reduci di Russia; il servizio d'ordine dell'A.I.B.

In foto: Beppe Ricci con il Ten. Antonio Rossello e il Maestro Paolo Collini e la signora Patrizia.

Fonte