Informativa:

F.I.V.L. Federazione Italiana Volontari della Libertà (Ente Morale D.P.R. 16-04-1948 n. 430) usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla nostra privacy policy alla voce cookies.

Manifesto costruttivo del 1948

MANIFESTO COSTITUTIVO DELLA FIVL
FEDERAZIONE ITALIANA VOLONTARI DELLA LIBERTA

(Manifesto murale del marzo 1948, annunciante la costituzione della F.I.V.L.)

Partigiani d'Italia combattenti della guerra di liberazione!
Ragioni ideali, necessità profonde di chiarire lo spirito della Resistenza hanno ispirato la costi­tuzione della Federazione Italiana Volontari della Libertà.
In essa si riuniscono le forze che hanno con la loro iniziativa, con la loro decisione e con il loro sangue contribuito validamente al riscatto della Patria. Sono i primi fedeli e sfortunati difensori della Bandiera dell'ora tragica del settembre 1943, sono i Partigiani in Italia e all'Estero, i Combattenti della Campagna di Liberazione, gli internati nei campi di concentramento, eroici e silenziosi assertori di fedeltà e di libertà.
Per l'indipendenza della Patria, per la libertà da ogni forma di regimi totalitari sono caduti a decine di migliaia i figli del popolo italiano.
Gli ideali che li mossero, non debbono soccom­bere.

Partigiani, combattenti della campagna di liberazione, reduci dall'internamento!
Nell'anno centenario delle battaglie del Primo Risorgimento, nella memoria degli ideali dei Padri, nel ricordo di tutti coloro che sono caduti nell'ombra del Tricolore e nella lotta insieme combattuta; eredi dello spirito di Mazzini, di Garibaldi, di Cavour, per la difesa degli ideali di unità, di libertà, di indipendenza asseriti nel Risorgimento, nella visione di una più alta Giustizia sociale realizzata nel pieno rispetto della libertà democratica e contro ogni ritorno di dittatura, uniamoci nella F.I.V.L.

Presidente (Sen. Gen. Raffaele Cadorna)

Elenco dei firmatari del Manifesto costitutivo:
Enrico Mattei - Mario Argenton, ex Componenti del Comando Generale C.V.L. - Enrico Martini Mauri, Associazione Partigiani Autonomi Piemontesi - Eugenio Cefis e Luciano Vignati del Raggruppamento" "Di Dio" - Pippo Frassati e Dino Manfredi per il Raggruppamento Formazioni Autonome Lombarde - Ernesto Carra e Ettore Stecchina per le Brigate del Popolo di Trieste - Angelo Fracasso e Giorgio Moro per l'Associazione Volontari Libertà del Veneto - G.B. Morin e Giorgio Brusin per l'Associazione Partigiani Osoppo - Enzo Donato e Franco Mara per le Brigate del Popolo di Milano .- Aurelio Ferrando per il Circolo Partigiani Bisagno di Genova - Gavino Sabadin e Umberto Rivolta per l’Associazione Partigiani Cristiani - Leonida Patrignani per l’Associazione Liberi Partigiani Emiliani - ­Edizio Rodriguez per i Volontari Italiani della Resistenza - Enzo Bramardi e Giuseppe Botto per l'Associazione Partigiani Autonomi Liguria - Giuseppe Curreno, Giuseppe Thellung, Vittorio Palombo, Maurizio Fracassi, Pietro Carlo Viglio, Mario Bocchi, Fausto Cossu, Ludovico Muratori, Ermanno Gorieri, Pasquale Marconi, Giovanni Marcora, Gino Sacchi, Adolfo Marvelli, Arrigo Mazzuccato, Gino Cacchioli, Antonio Pais, Mimmo Astengo, Gildo Milani, Mario Ferrario, Luigi Bidoli, Enrico Stiffari, Mario Bogliolo, Sergio De Angelis, Gabriele Cotta, GioBatta Carron, Silvano Silvani, Giuseppe Bussolin, Lisetta del Cero, Giampietro Tagliamacco, Edoardo Somaglino, Gino Zanni, Pietro Sassimini, Giovanni Toselli, Icilio Ronchi, Ferdinando Travaglio, Achille Pellizzari, Danilo Cimador.