Malga Zonta

Commemorazione

Anche quest’anno, nel 76° anniversario della strage nazifascista del 12 agosto 1944, i prati di Malga Zonta a Folgaria (Trento) accoglieranno nel giorno di ferragosto diverse generazioni per ricordare i morti e per incoraggiare i vivi a tenere ben saldo l’impegno per la libertà e la giustizia.
Anche quest’anno ci saranno i gonfaloni dei Comuni e delle due Province di Vicenza e di Trento, con i Sindaci e le altre Autorità, le bandiere delle associazioni partigiane e d’arma, tra le quali spiccano sempre i marinai sodali del comandante Bruno Viola, Marinaio.
Dopo i saluti istituzionali, prenderà la parola per l’orazione ufficiale il prof. Paolo Pezzino, presidente Istituto Nazionale Ferruccio Parri, che coordina l’attività degli studi storici della Resistenza italiani, per ricordare quanto avvenne al confine tra due storie “diverse”, quella dell’Alpenvorland e quella del Veneto.
Il luogo, caratterizzato dalla presenza di Malga Zonta e di Base Tuono, tra le tracce delle trincee della prima guerra mondiale, assume particolare rilievo in rapporto alla possibile evoluzione in un Parco della Pace e della Memoria.
Seguirà la Messa al campo celebrata da padre Gregorio Moggio, cappuccino di Rovereto, accompagnata dalle musiche del quintetto di ottoni che da qualche anno è presente alla cerimonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 1 =