A ricordo del compianto don Aldo Benevelli, già vicepresidente della F.I.V.L.

Inaugurazione

Sabato 4 maggio 2019 il SERVICECENTER Onlus , associazione di volontariato al servizio della persona, ricorda il suo fondatore DON ALDO BENEVELLI. L’appuntamento è alle 18:30 a Cuneo in via Fossano nr. 20 dove l’Associazione apre la Casa di accoglienza temporanea “Il Sogno di don Aldo Benevelli”.

Don Aldo in tutta la sua vita ha sempre sostenuto le nuove povertà: ogni essere umano, di qualsiasi religione, di qualsiasi nazione , in stato di bisogno , era per lui una persona da accogliere. Nel suo testamento ha chiesto al Service Center Onlus, da lui voluto e ideato, di far nascere strutture di accoglienza iniziando da Cuneo, la città dove per più tempo ha svolto il suo Ministero e della quale era cittadino onorario. Con il progetto “Il Sogno di don Aldo Benevelli”, il Sevice Center Onlus cerca di rispondere ai bisogni delle persone senza fissa dimora, che versano in situazioni di disagio sociale, per problemi di reddito, di disoccupazione o familiari. La Casa , che può offrire ospitalità a 20-22 persone, vuole essere luogo di accoglienza, di solidarietà, ma anche e soprattutto di Fratellanza, privo di pregiudizi e preconcetti. L’acquisto della Casa ha visto l’impiego da parte del Service Center onlus di parte dei fondi lasciati in legato da don Aldo Benevelli, fondi dei quali “il prete dei poveri” disponeva per donazioni ricevute da quanti, volontariamente, hanno creduto nei tanti progetti voluti da don Aldo per le persone in difficoltà. L’Associazione ha dovuto anche procedere all’accensione di un mutuo bancario che poggia sul sostegno di privati e aziende.

Nelle immagini, alcuni momenti dell’inaugurazione:

Sempre sabato 4 maggio alle ore 21:00 il ricordo di don Aldo Benevelli proseguirà al Teatro Toselli di Cuneo, dove in collaborazione con il Centro culturale intitolato al prete-partigiano e con il contributo della Fondazione CRC, si svolgerà una serata di musica, letture, immagini, video che raccontano di don Aldo Uomo di Pace e Fratellanza. Le letture sono tratte dall’autobiografia del Mahatma Gandhi “La mia vita per la Libertà” che don Benevelli indicava come lettura fondamentale, insieme al Vangelo, a quanti intendevano dedicarsi al volontariato. Una grande lezione morale alla ricerca della verità in ogni tempo. Sul palco si alterneranno l’attore Luca Occelli, il musicista Moussa Sanou con “la Kora” un’arpa africana dell’impero mandingo suonata solo per il Re, la Maison de la Danse, la Quadrilla Band, il soprano Erika Santoru e il Trio Ensemble d’Autore con Vera Anfossi al violino, Fabrizio Pepino al pianoforte e il tenore Michelangelo Pepino. Ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 15 =