Comunicato ANPI e AVL sui fatti di Roma di sabato 9 ottobre

Le associazioni partigiane di Treviso, ANPI e AVL, esprimono la più ferma condanna per le
aggressioni violente e devastatrici poste in atto da gruppi di neofascisti partecipanti alla
manifestazione di Roma di sabato 9 ottobre 2021. Iniziativa eversiva premeditata ed organizzata
con la partecipazione di neofascisti giunti da diverse parti d’Italia. Tra costoro tanti nazifascisti veneti,
conosciuti da tempo come focolaio infetto di razzismo e stragismo. Troviamo ingiustificabile che
questa manifestazione sia stata autorizzata quando erano fin troppo chiari gli obiettivi di chi l’ha
promossa con uno slogan platealmente eversivo: “Ci prendiamo Roma. Ci sarà il botto”. Il diritto
costituzionalmente garantito a manifestare il proprio pensiero non ha nulla a che vedere con gli
attacchi violenti che hanno vandalizzato la sede nazionale della maggiore organizzazione sindacale
italiana: la Cgil. Vergognose ed inaccettabili poi sono le minacce di morte rivolte al Capo dello Stato
e a componenti del Governo, il tentativo di attaccare le sedi del Governo e del Parlamento e la
devastazione di un Pronto Soccorso.
La premeditazione e l’organizzazione di questi atti inaccettabili ricordano molto da vicino lo
squadrismo fascista degli anni ’20 del secolo scorso, sfociato nella dittatura che la storia ci ha
insegnato a conoscere come una tra le più sanguinose e tragiche del nostro Paese, che costò la vita
di tanti patrioti, donne e uomini, che si sacrificarono per ridarci la libertà e gli alti valori della nostra
Costituzione. Atti come quelli consumati nel corso della manifestazione di sabato sono incompatibili
con la democrazia e contrari allo spirito antifascista della Repubblica e della Costituzione, e non è
accettabile che forze che siedono in Parlamento dichiarino che non è chiara la matrice di ciò che è
accaduto.
Mentre esprimiamo la nostra piena solidarietà a quanti sono stati colpiti o minacciati da questi teppisti
fascisti, invitiamo tutte le forze politiche ad operare senza ambiguità per mettere fuorilegge e
sciogliere tutte le formazioni che si richiamano al fascismo, come sta scritto nella XII norma finale
della Costituzione.
Sabato 16 ottobre ci sarà a Roma una grande manifestazione promossa dalle tre organizzazioni
sindacali CGIL-CISL-UIL: invitiamo tutti i cittadini, tutti i democratici e gli antifascisti a partecipare.
Sarà possibile farlo contattando le sedi zonali della Cgil che organizzerà la partecipazione con
partenza dai principali centri della provincia.
Anpi e Avl aderiscono con convinzione, con lo spirito che deriva dall’insegnamento dei patrioti, delle
partigiane e dei partigiani che hanno sacrificato la loro vita per liberarci dal fascismo e darci la
democrazia e la libertà.
ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Comitato Provinciale – Treviso AVL Associazione Volontari della Libertà – Treviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =